Centri di ascolto Mobbing e Stalking

I centri di ascolto UIL per mobbing e stalking sono le strutture di servizio della UIL che mettono in atto azioni specifiche per prevenire, intervenire, contrastare e combattere ogni forma di violenza perpetrata nei confronti di tutti i cittadini e di tutte le cittadine.

Con il termine mobbing si intendono quei comportamenti attuati dal datore di lavoro o da altri dipendenti per perseguitare un dipendente ed emarginarlo attraverso la lesione della sua dignità umana e professionale. Lo stalking si definisce come un insieme di azioni ripetute e assillanti, costituite da comunicazioni intrusive (telefonate e lettere anonime, sms, e-mail, invio di fiori, ecc …), oppure da comportamenti volti a controllare la propria vittima (pedinamenti, appostamenti, sorveglianza sotto casa, violazione di domicilio, minacce di violenza, aggressioni, omicidio o tentato omicidio).

La responsabile nazionale del servizio è Alessandra Menelao. La responsabile in Veneto è la segretaria regionale confederale Lorenza Cervellin.

In ogni provincia c’è un o una responsabile del Centro di Ascolto, supportato – nei casi più delicati – da un avvocato e da uno psicologo.

Belluno
Sonia Bridda
Mail centroascoltomobbingestalking-belluno@uil.it

Padova
Paola Pomarico
Mail centroascoltomobbingestalking-padova@uil.it

Rovigo
Simonetta Varagnolo
Mail centroascoltomobbingestalking-rovigo@uil.it

Treviso
Diego Gorlin
Mail centroascoltomobbingestalking-treviso@uil.it

Venezia
Emanuela Detti
Mail centroascoltomobbingestalking-venezia@uil.it

Verona
Aurelia Onila
Mail centroascoltomobbingestalking-verona@uil.it

Vicenza
Carola Paggin
Mail centroascoltomobbingestalking-vicenza@uil.it